Come prepararsi al travaglio e al parto


Le ultime settimane di gravidanza sembrano sempre le più lunghe. Tuttavia, il grande giorno arriva spesso prima di quanto ci aspettiamo. Prima di poter tenere il bimbo in braccio per la prima volta, approfittate del terzo trimestre per prepararvi al travaglio e al parto. Imparare a riconoscere i segni del travaglio o considerare le opzioni di parto sono solo alcune delle cose di cui dovreste occuparvi prima del parto.



Come prepararsi per il parto


Devo partecipare a un corso pre-parto?

Prima che arrivi il grande giorno, è fondamentale apprendere quanto più possibile sul travaglio e il parto. Oggi le informazioni sul parto possono essere trovate ovunque, per esempio, in televisione, su Internet, nelle riviste e nei libri.
Anche partecipare a corsi pre-parto può essere una buona idea, in quanto è possibile ottenere informazioni utili direttamente dai professionisti. Possono rispondere a tutte le vostre domande e si può essere sicuri di ottenere informazioni affidabili, cosa che non è sempre garantita quando si guarda su Internet. Il team medico vi darà consigli e suggerimenti preziosi sulla gravidanza, il parto e il post-partum, quando il bambino sarà lì con te. Inoltre, sarai in grado di parlare con altre quasi mamme e potrai condividere le tue esperienze personali.

Come posso trovare informazioni su travaglio e parto?

Leggere libri o guardare video sul travaglio e sul parto sono ottimi modi per prepararsi all'arrivo del bambino. Cercate inoltre di imparare a riconoscere i segni del travaglio e a capire cosa fare quando inizia. Non solo questo vi insegnerà molte cose importanti, ma vi aiuterà anche a sentirvi meno nervose per il dolore causato dal parto. Infatti lo stress può rendere più doloroso il travaglio e il parto. Saperne di più su gravidanza e parto può aiutarvi a rilassarvi.

Parto naturale, parto cesareo o epidurale: come faccio a scegliere?

Oltre a scegliere l'ospedale e il medico, è necessario informare il proprio medico anche sui vostri desideri e aspettative sul travaglio e sul, ad esempio le tue preferenze relative alla gestione del dolore e all'analgesia epidurale. È meglio chiedere al proprio medico o ostetrica di fornire tutte le informazioni chiave e i consigli che vi aiuteranno a prendere le decisioni migliori per voi e per il vostro bambino.
Ricordate che le cose non vanno sempre come previsto. Preparatevi a essere flessibili e ad essere disposte ad accettare i cambiamenti. Si potrebbe, per esempio, finire con i medici raccomandano di sottoporvi a un taglio cesareo, anche se la vostra preferenza era per un parto vaginale.

Quali esercizi possono aiutarmi a prepararmi per il travaglio e il parto?

Alcuni esercizi sono ottimi per aiutarvi a prepararvi al parto. Rafforzando i vostri muscoli, questi ultimi faciliteranno il travaglio e il parto. Per prevenire eventuali rischi, rivolgersi prima al proprio medico.
Esercizi di Kegel Sono utili per rafforzare e tonificare i muscoli del pavimento pelvico che aiutano a sostenere gli organi pelvici (utero, vescica e intestino). Questi esercizi, per esempio, aiutano a prevenire emorroidi o perdite urinarie, spesso sperimentate dalle donne quando restano incinte. Un modo per eseguire questo esercizio è quello di contrarre rapidamente i muscoli del pavimento pelvico, tenerli contratti per alcuni secondi e poi rilassarsi. La routine deve essere ripetuta più volte.
È anche possibile tentare di accovacciarsi. Questi movimenti sono perfetti durante il travaglio per aprire la presa pelvica e incoraggiare il bambino a scendere. Poiché l'accovacciarsi è faticoso, specialmente con un ventre di nove mesi, dovresti praticarlo regolarmente per tutta la gravidanza.
Gli esercizi di inclinazione pelvica sono molto utili per ridurre il dolore alla schiena che si verifica spesso durante la gravidanza e il travaglio. Sono anche ottimi per facilitare il parto.

Che cosa mettere nella mia borsa per l'ospedale

Preparare in anticipo la tua borsa per l'ospedale è un buon modo per evitare di dimenticare qualcosa per il tuo soggiorno in ospedale. Potresti non avere il tempo o l'energia per farlo quando entrerai in travaglio. Preparare le cose in anticipo vi farà sentire meno stressati.
Alcune delle cose da inserire in valigia includono:
- Prodotti igienici di base e prodotti per la toilette (dentifricio, spazzolino da denti, un pennello, fascia per i capelli, clip per capelli, lozione, balsamo per labbra, sapone, shampoo, deodoranti, assorbenti sanitari, ecc.);
- Abiti grandi e confortevoli, accappatoio, camicia da notte, calzini caldi;
- Intimo (reggiseno e mutande per maternità);
- Cose che renderanno il vostro soggiorno più comodo (pantofole, spuntini, libri, riviste, cruciverba, una penna e un bloc notes, musica e cuffie);
- Occhiali, lenti a contatto;
- Una fotocamera, le batterie, il telefono, il caricabatterie, ecc.
- Documenti ospedalieri (piano di nascita, carte di assicurazione, carta di identità).
Non dimenticare di preparare la borsa per il bambino perché avrai bisogno di alcuni articoli per lui o per lei. Il tuo partner potrebbe anche considerare di preparare un proprio bagaglio.

Chi sarà con me in sala parto?

Alcune donne preferiscono farlo da sole, senza nessuno a parte i medici e le ostetriche che si trovano nella stanza. Altri vogliono che il loro partner o co-genitore resti con loro, o la loro migliore amica, per esempio, se scelgono di avere un bambino da sola. Ci sono anche donne che chiedono al proprio coniuge, ai loro genitori, agli amici e ai nonni di essere presenti per sostenerli. Questa è una decisione molto personale. È importante prendersi del tempo per pensarci. In ogni caso, potrai cambiare idea quando arriva il grande momento. Se volevi essere da sola e alla fine hai bisogno che il tuo partner sia lì con te, non esitare a dirlo.

Lo yoga e la meditazione possono aiutare nella preparazione al travaglio e al parto?

Molte donne trovano lo yoga e la meditazione un buon aiuto per prepararsi al parto. Attraverso le pose, lo yoga della gravidanza può insegnarvi a controllare il vostro respiro. Questo è un buon modo per sentirsi più rilassati e può aiutare a ridurre il dolore del travaglio. Facendo questi movimenti, sarete in grado di liberare le tensioni della schiena e di altre importanti parti del vostro corpo. Avrete bisogno di questo quando darete il benvenuto nel mondo al vostro bambino.
La pratica della meditazione è utile anche quando si tratta di gestire il dolore. Può aiutarvi ad affrontare il disagio che si potrebbe verificare quando il bambino nasce.

Quali tecniche possono aiutarmi a gestire il dolore durante il travaglio?

Non è un segreto che il travaglio e il parto sono lontani dall'essere una passeggiata. Fortunatamente, per le donne, esistono dei modi per ridurre il dolore. Oltre ai farmaci e all'anestesia epidurale, puoi anche imparare alcune tecniche che potrebbero aiutarvi a rilassarvi e a gestire il vostro disagio. Gli esercizi di respirazione sono ottimi per affrontare il dolore delle contrazioni.
Muoversi, cambiando posizioni, ad esempio, a camminare, a dondolare o sedersi su un palla per il parto contribuisce anche questo a ridurre il disagio. Altre tecniche come i massaggi alla schiena o ai piedi, la visualizzazione, la meditazione, un bagno caldo o l'ascolto di musica possono aiutarvi a rilassarvi e ad affrontare le contrazioni. Infatti, la paura del dolore vi rende tese, e la tensione a sua volta amplifica il dolore del travaglio. Tutto ciò che vi calma e vi dà sollievo sarà un grande aiuto.

Prendetevi tempo per voi stessi.

Il terzo ed ultimo trimestre è la vostra occasione per prendervi del tempo per voi stesse. Dopo la nascita, questi momenti da sole diventeranno più rari. Trascorrere questi ultimi mesi coccolandovi, per esempio, guardando la vostra serie preferita tutto il giorno godendovi una bella bevanda calda. Farete un sacco di sonnellini per sentirvi il più riposate possibile prima del grande giorno.



Forum

Le testimonianze

Ho trovato donatore.

Grazie mille. Norma

Ciao, Grazie mille

per il vostro sito e per il vostro lavoro. Cordiali saluti, Dea

Ho trovato un cogenitore

e adesso sono in attesa di un figlio! Grazie infinite. Anca Italia

sono diventata mamma

di una bambina con l'aiuto di un uomo incontrato su questo sito


Altre testimonianze

Sei alla ricerca di un donatore o co-genitore ?

Iscriviti!