Che cosa motiva gli uomini a donare lo sperma?
Vota questo post

La donazione di sperma consiste nell’atto di donare il seme con la finalità che venga utilizzato per cercare di concepire un bambino. Il donatore può dare il suo sperma a una donna in privato, oppure donarlo ad una clinica accreditata.

L’inseminazione tramite donatore è stata effettuata per molti anni, ma non è diventata legale fino agli anni ’70 in America e nel 1990 nel Regno Unito. Tutti i donatori di sperma erano anonimi.

Oggi, tuttavia, in America, è possibile scegliere se si desidera o meno rimanere anonimi, nel Regno Unito, invece, ogni donatore che abbia effettuato la donazione dopo il 31 marzo 2006 non può più mantenere l’anonimato.

donatore di sperma

Gli uomini effettuano la donazione per una serie di motivi, i giovani studenti di solito lo fanno per denaro. Altri perché vogliono contribuire a generare un bambino.

Secondo la banca del seme della California, Cryobank, gli uomini donano il seme per:

  • Cambiare la vita di qualcuno con il dono di un figlio
  • Essere pagati
  • Orari di lavoro flessibili
  • Ricevere un controllo regolare sul loro stato di salute
  • Mantenere un controllo sulla salute dei loro spermatozoi

Nel quotidiano Guardian, Chris Whitman aveva bisogno di soldi e ha pensato che sarebbe stato un buon modo per guadagnare qualche soldo in più, aiutando qualcuno allo stesso tempo. Ha abbastanza prontamente ammesso che in realtà non si era preoccupato di avere soldi in tasca fino a che non ha avuto figli suoi.

Ci sono anche uomini, come Mark Jackson e Ed Houben, che hanno deciso di diventare donatori di sperma per poter lasciare il loro segno nel mondo.

Se decidi di donare, puoi farlo attraverso una clinica, o privatamente, attraverso la pubblicità di uno dei tanti siti web che sono stati istituiti a questo scopo.

Se doni attraverso una clinica, l’intero processo può richiedere fino a sei – otto mesi. Una volta contattata una clinica, ti daranno un appuntamento e ti chiederanno di rispondere a un sacco di domande sulla tua salute e sul tuo stile di vita. La fase successiva consiste in prelevare campioni di sangue e sperma, che saranno poi sottoposti a una serie di esami.

Se la tua salute è buona, sarai quindi tenuto a visitare la clinica fino a otto volte e, ad ogni visita, a dare un campione di sperma. Qualche mese dopo l’ultima visita, ti verrà richiesto di tornare per il prelievo di un campione di sangue finale, dopo di che lo sperma verrà posto nella banca del seme.

Molti uomini però preferiscono la donazione privata perché hanno l’opportunità di conoscere e parlare con la persona alla quale stanno donando il loro sperma per avere un’idea di come saranno allevati gli eventuali bambini che concepiranno. I donatori privati di solito entrano in contatto online o con il passaparola.

Può essere un processo difficile in quanto, secondo l’articolo di Stephen Doig sul Daily Telegraph, non tutte le persone che i donatori incontrano risultano essere gentili e cordiali.  C’è anche il problema del caso giuridico di riferimento del 2013. Si tratta del caso di un donatore di sperma che è stato giudicato tenuto al versamento degli assegni di mantenimento. La madre sostenne che il suo bambino era stato concepito attraverso inseminazione naturale (tramite rapporto sessuale) e, pertanto, il donatore è risultato essere il padre legale del bambino.

Molti donatori privati sono disponibili a essere coinvolti in qualche modo nella vita dei bambini che hanno aiutato a concepire. Sia che si tratti solo dell’invio di un biglietto d’auguri per il compleanno una volta l’anno, o dello scambio di messaggi di posta elettronica, questi uomini non desiderano essere un segreto.

Altri preferiscono mantenere l’anonimato e scegliere di non donare lo sperma in una clinica. Alcuni uomini forniscono nome e indirizzo falsi come donatore privato, in modo da non poter essere rintracciati.

Che sia per il piccolo importo in contanti che un donatore riceve, o perché un uomo desidera contribuire a generare un bambino a lungo desiderato, o lasciare il suo segno nel mondo, la fecondazione tramite donatore sta diventando un argomento più aperto.