Come crescere un bambino in due case separate
Vota questo post

Un bambino che ha due genitori che vivono lontani l’uno dall’altra o che sono divorziati dovrà abituarsi a vivere in due case diverse. Affinché tuo figlio cresca felice e si senta a proprio agio in entrambi gli ambienti, è importante che la mamma e il papà facciano uno sforzo per assicurare che il cambiamento è un vantaggio, piuttosto che uno sconvolgimento.

Dai a tuo figlio un po’ di spazio

Se tuo figlio ha la fortuna di avere una camera tutta per sé dagli la possibilità di renderla sua. Fagli dire la sua sull’arredamento della camera così che si sentirà a suo agio. Se invece deve condividere la camera con qualche altro membro della famiglia, almeno fagli scegliere il copriletto e cosa mettere sulle mensole. Metti in chiaro a tutti gli altri bambini che la camera appartiene a ogni bambino del nucleo famigliare anche se alcuni bambini vengono solo durante il fine settimana.

Dai alle cose un aspetto familiare

Se hai un bambino piccolo, potrebbe avere i suoi giocattoli preferiti con cui gioca molto. Vedi se riesci a portare questi giocattoli con te quando tuo figlio starà a casa tua. Se si tratta di giocattoli economici valuta l’idea di acquistarne qualcuno in più così da poterli tenere anche a casa tua. Se sarà circondato da oggetti familiari tuo figlio si sentirà sicuro e a suo agio.

Sii coerente

Cerca di concordare le regole della casa con il tuo ex partner o con il tuo partner che vive lontano e attieniti a esse. Non lasciare mai che in casa tua il bambino faccia qualcosa che sai benissimo che normalmente non può fare. Non esagerare con i regali poiché questo incoraggerà il bambino a fare differenza tra i genitori. Comportati semplicemente in maniera naturale.

Abbi buona volontà

Magari stai affrontando un divorzio difficile o sei arrabbiato perché tuo figlio sta andando a passare una giornata che per te è speciale dall’altro genitore. Non mostrare la tua rabbia o la tua delusione al bambino. Lo farà sentire in colpa per il fatto che ti sta lasciando da solo. Prepara la borsa del bambino senza fretta e con un atteggiamento positivo, in modo che si possa sentire a proprio agio nell’andare via.

Non telefonargli o mandargli messaggi in continuazione.

Quando i bambini sono con il tuo ex compagno mettiti d’accordo per chiamarli una volta al giorno, per esempio al momento di coricarsi o anche durante la giornata per fare due chiacchiere. Resisti alla tentazione di continuare a chiamarli e cerca di fare delle conversazioni brevi. Assicurati di sembrare felice ai loro occhi anche se in realtà non lo sei, così che non percepiscano il tuo stato di ansia.

Utilizza una app per genitori

Ci sono un sacco di applicazioni pensate per i genitori per rendere tutto più facile. Ciò ti permetterà di non dimenticare le date importanti, di tenere traccia delle spese e di comunicare con tuo figlio. Sono utili soprattutto se entrambi i genitori ne usano una. Tra queste, tre applicazioni conosciute sono: “2 houses”, “coparently” e “our family wizard”. Ogni applicazione dispone di un utile calendario, di uno strumento di gestione delle spese e dell’accesso alla comunicazione. Utilizzando questo tipo di app, potrai programmare le visite e condividere informazioni importanti, riducendo così le discussioni.

Trascorri del tempo con tuo figlio

All’inizio, cerca di assicurarti di essere sempre a casa quando il bambino torna. Potrebbe infatti sentirsi a disagio con il tuo nuovo partner. Parlagli, chiedigli della sua giornata, dai un’occhiata ai compiti scolastici o ammira un nuovo giocattolo. Assicurati che si sia sistemato prima di spostare l’attenzione su qualcos’altro.

Fai attenzione con i fratellastri

Se il tuo nuovo partner ha dei figli, assicurati che le regole siano le stesse sia per i tuoi figli che per quelli del tuo nuovo partner. Pianifica delle attività di famiglia che li aiuteranno a conoscersi. Ad esempio, andate in un centro di attività, a giocare a bowling, a mangiare un gelato nel parco o fate dei giochi da tavolo a casa. Trattate i bambini tutti allo stesso modo.