Andiamo al punto: sì, la sindrome della couvade (chiamata anche gravidanza empatica), ovvero quando un uomo riproduce i sintomi della gravidanza del suo partner, esiste davvero. E sì, alcuni padri in attesa sperimentano davvero nausea, voglie e sbalzi d’umore, in aggiunta ad altri sintomi comuni legati alla gravidanza; proprio come le donne incinte.
Quindi? Significa che cercano attenzioni? O è un modo inconscio di sostenere la loro partner? Sicuramente è una parte della sindrome, ma in realtà è un po’ più complicato di così.

sindrome della couvade

Quali sintomi possono sperimentare i futuri papà?

Nella maggior parte dei casi, la sindrome della couvade compare durante il primo trimestre di gravidanza e/o nelle ultime settimane prima della nascita. Generalmente scompare dopo la nascita del bambino.
I papà in attesa possono sperimentare sintomi fisici o psicologici (o entrambi) simili ai sintomi della gravidanza. I sintomi includono nausea, vomito, crampi alle gambe, dolori addominali e alla schiena, cambiamenti di appetito, gonfiore, stanchezza e in alcuni casi persino alterazioni dei loro livelli ormonali. Per quanto riguarda i sintomi psicologici, gli uomini possono provare ansia, stress, sbalzi d’umore, voglie o anche una libido ridotta.
I sintomi variano da persona a persona. C’è chi sperimenta solo alcuni dei sintomi descritti sopra, mentre per altri la sindrome si manifesterà in modo più grave ed evidente.

Perché alcuni uomini vivono una gravidanza empatica?

Sebbene diversi studi abbiano tentato di comprendere più a fondo il fenomeno, non siamo ancora certi di cosa scateni la sindrome della couvade. Tuttavia, sembra che siano coinvolti stress ed empatia. Con lo stress infatti, i livelli di ormoni nel corpo tendono a cambiare. Gli uomini sottoposti a grande stress possono quindi sperimentare una diminuzione del loro livello di testosterone, che a sua volta aumenta i livelli di estrogeni. Alcuni presentano addirittura alti livelli di prolattina, l’ormone che aiuta le donne a produrre latte. Ed ecco spiegati i sintomi simili alla gravidanza!
Scoprire quanti uomini stanno vivendo i sintomi della gravidanza è anche abbastanza complicato, perché molti sviluppano solo sintomi marginali e poco evidenti. Inoltre, molti uomini preferiscono non parlare di quello che stanno attraversando.

Esiste una cura per la sindrome della couvade?

Per prima cosa, la sindrome della couvade non dura a lungo e non è grave. Anche se non è una sindrome rara, non esiste un farmaco che curi la gravidanza empatica, che non è nemmeno considerata una patologia. Non preoccuparti però, ci sono delle soluzioni.
Visto che la sindrome della couvade è spesso provocata dall’ansia legata al nuovo ruolo di genitore, lavorare sulla gestione dello stress e prepararsi alle nuove responsabilità da padre può aiutare molto gli uomini ad ridurre il problema.
Come sappiamo, avere un bambino, soprattutto per la prima volta, può essere piuttosto stressante. La cosa più importante, quindi, è parlare regolarmente con il tuo partner della gravidanza, del bambino e del vostro futuro ruolo di genitori. Questo vale per tutti, che soffriate o meno di sindrome della couvade. È essenziale esprimere spesso i propri sentimenti, che si tratti di preoccupazioni, paure o qualcos’altro. Anche parlare con altri amici o familiari uomini può aiutare.
È anche essenziale che qualsiasi futuro padre sia pienamente attivo nella gravidanza e si senta coinvolto. Andare agli appuntamenti prenatali, leggere libri e blog sulla gravidanza o sui bambini, acquistare articoli per bambini, decorare la stanza del bambino, partecipare alle lezioni sul parto: tutto ciò che fa sentire il papà coinvolto potrebbe aiutarlo a preoccuparsi un po’ meno. Inoltre, questo è anche un buon modo per gli uomini di sostenere la loro partner durante la gravidanza!
E tu, hai vissuto una gravidanza emaptica o conosci qualcuno a cui è successo? Condividi la tua esperienza!