Il tuo donatore di sperma dovrebbe essere coinvolto nell’educazione del tuo bambino?
5 (100%) 1 vote

Se vuoi avere un figlio tramite la donazione di sperma, una delle prime domande da porsi è se preferisci un donatore di sperma di cui conosci l’identità o un donatore anonimo. Non puoi aspettarti alcun impegno da un donatore anonimo. Scegliere un donatore di cui conosci l’identità, invece, ti consentirà di coinvolgerlo nell’educazione del tuo bambino.

Molte persone si sentono più a loro agio con l’idea di un donatore con cui avranno contatti molto limitati, ma altre preferiscono scegliere un donatore di sperma disposto a svolgere un ruolo più attivo nella vita del figlio. Altre cercano persino un co-genitore con cui crescere il bambino.

Se non sei sicuro se scegliere un donatore di cui conosci l’identità o anonimo, o se coinvolgerlo o meno nell’educazione di tuo figlio, in questo articolo troverai molte informazioni utili sulla donazione di sperma e sui bambini concepiti dai donatori che dovrebbero aiutarti a rendere la tua decisione un po’ più semplice.

Donazione di sperma anonima o non anonima?

Prima di iniziare la ricerca e iniziare a sfogliare i profili, prenditi del ​​tempo per pensare al livello di impegno che ti aspetti dal tuo donatore. Se scegli un donatore anonimo, è semplice: il tuo donatore non sarà coinvolto nell’educazione del bambino e non sarà considerato il padre legale. Inoltre non avrà alcun diritto genitoriale e non saranno in grado di conoscere l’identità del bambino.

Scegliere un donatore privato su un sito di incontri o sui social media è diverso dalla scelta di un donatore in una banca del seme. Online ci sono profili di ogni tipo. Puoi trovare donatori che vogliono semplicemente aiutare le persone a creare una famiglia. Niente di più. Non stanno cercando di essere coinvolti nella vita del bambino.

In alternativa, puoi incontrare anche donatori che vogliono fare qualcosa in più, oltre che donare il loro sperma. Alcuni di loro si aspettano semplicemente di poter visitare il bambino di tanto in tanto, mentre altri vogliono occupare un ruolo più importante.

I bambini hanno bisogno di un modello maschile per crescere in modo sano?

Se sei in una coppia lesbica o una donna single e stai valutando il coinvolgimento di un donatore affinché il tuo bambino abbia un modello maschile, i seguenti studi potrebbero interessarti.

Secondo un recente studio pubblicato sul Medical Journal of Australia, i bambini cresciuti dalle coppie dello stesso sesso crescono bene come i figli di genitori di sesso opposto. Una ricerca del 2014 si spinge oltre, concludendo che i figli delle coppie omosessuali sono ancora più sani e felici dei loro coetanei.

Questi studi non hanno tenuto in considerazione se i donatori fossero coinvolti o meno nella vita di questi bambini. Comunque, dimostrano che i bambini non hanno necessariamente bisogno di una figura paterna e una materna per crescere in modo sano. Sembra che i bambini cresciuti da due mamme o due papà stiano proprio bene.

Per quanto riguarda le famiglie monoparentali, molte madri single crescono con successo bambini sani e felici. Sono in grado di guidare ed educare il loro bambino tanto quanto una figura maschile o una coppia. Inoltre, uno zio, un amico o un nonno svolgono spesso un ruolo maschile nella vita familiare. Inoltre, secondo uno studio dell’Università di Cambridge, questi bambini non sentono la mancanza del padre e non ci sono differenze significative nella qualità genitoriale tra famiglie di madri single e unità familiari tradizionali.

Fino a che punto vuoi che tuo figlio conosca le sue origini?

Anche se amano molto i loro genitori, molti bambini che nascono come risultato di una donazione vogliono conoscere le loro origini e scoprire di più sul loro padre biologico. Negli Stati Uniti, se si sceglie un donatore anonimo da una banca del seme, il bambino potrà conoscere l’identità del proprio donatore quando avrà 18 anni, e avrà la possibilità di contattarlo e forse anche di incontrarlo.

A volte, donne single e persino coppie lesbiche scelgono un donatore di cui conoscono l’identità disposto a rimanere coinvolto nell’infanzia del loro bambino, in modo che possa crescere con un modello maschile. L’altro argomento a favore è quello di consentire al bambino di conoscere le sue origini e il padre biologico per aiutarlo a costruire la sua identità.

Se scegli di mantenere i contatti con il tuo donatore dopo la nascita, dovrai anche valutare che livello di impegno ti aspetti da lui. Potrebbe vedere tuo figlio regolarmente, mentre tu ne avrai la custodia esclusiva. Le visite potrebbero essere a distanza di qualche anno una dall’altra, a ogni compleanno o anche ogni due o tre mesi. Puoi aspettare che tuo figlio sia un po’ più grande prima di presentarlo al suo donatore o farlo quando è ancora piccolo. Sta a te.

Co-genitorialità con il tuo donatore di sperma

Il livello di impegno del donatore di sperma può essere ulteriormente esteso. Puoi scegliere che sia anche il tuo co-genitore, condividendo così le responsabilità e i diritti dei genitori, oltre che l’affidamento di vostro figlio. Se scegli di scrivere il nome del donatore sul certificato di nascita, tieni presente che la maggior parte degli stati negli Stati Uniti consente un massimo di due genitori legali a eccezione di California, Washington D.C., Louisiana e alcuni altri stati. Una delle opzioni è di cercare un donatore di sperma disposto a essere il tuo co-genitore tra i tuoi conoscenti, per esempio chiedendo a un amico. Puoi anche cercarlo online, su un sito di incontri o sui social media.

Coinvolgere o meno il tuo donatore di sperma nell’educazione di tuo figlio è una decisione molto personale: solo tu puoi decidere cosa è meglio per te e il tuo futuro bambino. Comunque, anche se hai la sensazione di essere già sicura della tua decisione, vale sempre la pena valutare le altre opzioni prima di prendere una decisione definitiva.