Restare incinta con un utero inclinato
3.7 (73.33%) 3 votes

Se stai cercando di avere un bambino ed è stato detto dal medico che hai un utero retroverso (chiamato anche utero inclinato), potresti chiederti se questo renderà più difficile concepire. Non preoccuparti perché, per la maggior parte delle donne, avere un utero retroverso non pregiudica la loro capacità di rimanere incinta.

Che cos’è un utero retroverso?

In genere, le donne hanno un utero che è posizionato in posizione diritta su e giù all’interno del bacino, o che si appoggia leggermente in avanti, verso l’ombelico.
Tuttavia, per il 20% delle donne in tutto il mondo, l’utero si inclina indietro verso la colonna vertebrale o sul dorso del bacino. Avere un utero inclinato non è affatto un’anomalia, è semplicemente una varianza anatomica, proprio come il colore dei capelli e degli occhi.

Che cosa può causare un utero retroverso?

La maggior parte delle donne che hanno un utero retroverso sono nate così. É genetico nella maggior parte dei casi ed è completamente normale. Tuttavia, a volte un cambiamento di posizione è dovuto alla menopausa o alla gravidanza.
Alcuni problemi di fertilità, come ad esempio l’ endometriosi e la malattia infiammatoria pelvica, possono anche far sì che l’utero si inclini all’indietro. Le eventuali conseguenti cicatrici di queste condizioni potrebbero determinare un cambiamento nella posizione dell’utero.

Come posso sapere se ho un utero inclinato?

Molte donne non sono consapevoli del fatto di avere un utero inclinato. Infatti, nella maggior parte dei casi non si notano nemmeno sintomi. Lo scoprono spesso una volta che sono incinte, quando il loro ginecologo glielo dice. Per verificare se l’utero è inclinato, il medico può eseguire un test rapido facendo un semplice esame pelvico e utilizzando l’ecografo addominale.
Nonostante i sintomi siano rari, le possibili indicazioni che tu possa avere un utero retroverso includono: dolore durante l’atto sessuale o quando hai il ciclo; dolore alla schiena, infezioni urinarie o incontinenza; difficoltà a utilizzare tamponi o a rimanere incinta. Se si verifica una qualsiasi delle condizioni di cui sopra si dovrebbe prendere in considerazione una piccola visita al medico!

È difficile restare incinta?

Nella stragrande maggioranza dei casi, no. La capacità degli spermatozoi di fertilizzare un ovulo non è influenzata da un utero inclinato. Infatti la posizione dell’utero non ha importanza. Inoltre, se hai difficoltà a rimanere incinta, un utero retroverso è l’ultima di una lunga lista di problemi di fertilità che un medico prenderà in considerazione. Inoltre, non influenza la tua gravidanza, mentre durante il secondo trimestre (di solito intorno al 10-12esimo Settimane) il tuo utero si sposterà nella posizione corretta come risultato dello sviluppo del tuo bambino.

Quali sono i trattamenti?

Anche se avere un utero retroverso non rappresenta un ostacolo al rimanere incinta, ci sono soluzioni che puoi considerare se hai difficoltà di concepire. Una soluzione è quella di eseguire esercizi ginocchio-torace per aiutare l’utero a muoversi. Tuttavia, questo metodo è più che altro una soluzione temporanea e non aiuterà le donne che hanno un utero retroverso causato da endometriosi, infezioni pelviche o tumori fibroidi.
Un altro trattamento è quello di utilizzare un pessario, che è un dispositivo in silicone o in plastica. Posto nella tua vagina, l’obiettivo del pessario è quello di riposizionare l’utero. Tuttavia, anche questa soluzione è temporanea, in quanto l’uso prolungato può portare a infezioni vaginali.
Se queste soluzioni non aiutano l’utero a riposizionarsi, il medico può raccomandare una procedura chirurgica denominata UPLIFT. Con l’aiuto di una piccola videocamera, lo scopo dell’operazione è quello di posizionare l’utero in una posizione rivolta verso l’esterno.

Esistono posizioni sessuali ottimali per concepire con un utero retroverso?

Non ci sono posizioni sessuali che miglioreranno le probabilità di rimanere incinta. Tuttavia, quando si ha un utero inclinato, il sesso può essere doloroso e un po’ scomodo. Se si verifica questo, perché non considerare alcune posizioni con penetrazione più bassa o che consentono di controllare la profondità, come ad esempio con la donna sopra o a cucchiaio. Tutte le posizioni che coinvolgono i fianchi sollevati sono egualmente ottime quando si dispone di un utero retroverso. Tuttavia, se si sente ancora dolore durante il sesso, si dovrebbe andare prontamente a vedere il proprio ginecologo.