Questione su rivendicazione paternità biologica.

da Ivan » 12 mag 2016

Buongiorno a tutti.

Chiedo scusa anticipatamente se la questione è stata già posta e risolta, ma non son riuscito a trovare nulla di chiarificatore in merito né su questo
forum né in giro per il web.

Ho 36 anni e sarei intenzionato a donare liberamente il mio sperma. La mia unica preoccupazione, l'ultimo freno, è il timore che
la neomamma possa in futuro rivendicare il fatto che io sia il padre biologico e dunque debba provvedere agli obblighi di mantenimento, anche
economico ma non solo, del figlio.

C'è un modo per tutelarsi a livello giuridico rispetto a questa prospettiva o rimane tutto basato su un accordo di reciproca fiducia? Qual è
la vostra esperienza in merito?

Grazie.

da Venusia7 » 13 mag 2016

ciao prima di donare fatti firmare un foglio da lei in cui ci devi scrivere che ti esonera da ogni responsabilità genitoriale. Poi lo presenti a un avvocato se lei dovesse rivendicare la paternità biologica

da cluney » 14 mag 2016

lo devi mantenere per sempre la legge italiana lo contempla

da Ivan » 18 mag 2016

Grazie a entrambi per la risposta.

Venusia7, penso che un documento del genere possa essere annullato in tribunale. Tu hai notizia di qualcuno che fatto così?

cluney, purtroppo è quello che penso anch'io, se non per la vita almeno fino ai 18 anni di sicuro. Il mio problema è che anche se trovassi una persona o una coppia con cui si possa instaurare un rapporto di fiducia in tal senso, ho sempre il pensiero che negli anni le cose possano cambiare (chessò la coppia scoppia e il genitore col figlio a carico viene a chiedermi il mantenimento). Vivere con questa spada di Damocle sulla testa mi disturba un po'.

da Silviax » 19 mag 2016

E'una questione spinosa. Se viene richiesto il test del DNA, dubito fortemente che qualunque clausola pre-concepimento possa avere valore effettivo. La tutela è sempre dalla parte del bambino. Quindi....cari uomini, starei molto attenta a questo "piccolo particolare".

da Ivan » 25 mag 2016

Grazie Silviax. Purtroppo è l'opinione che mi son fatto anch'io sommando tutte le informazioni che sono riuscito a reperire online.

da a-posit » 09 giu 2016

I diritti di mantenimento appartengono al figlio, la madre, che un altro soggetto, non può annullarli per contratto. Ne consegue che il figlio o la stessa madre possono richiedere ad un tribunale un riconoscimento coattivo con conseguente mantenimento fino e anche dopo i 18 anni se lo stato economico del ragazzo lo necessita. Attenzione quindi, soprattutto se si è sposati. Donare il seme in Italia è mettere in campo una possibile bomba ad orologeria.

da luca07 » 20 nov 2016

Bravo, si quando il figlio/a diventa maggiorenne può chiederti i danni esistenziali e dilapidarti tutto!! Naturalmente sarà la mammina dolce che lo invoglierà ad odiarti e a chiederti i soldi!! attenzione




Torna Cogenitorialità

Che cos'è la co-genitorialità? La donazione di sperma?

REGISTRATI