• Cerco donatore – paure e non

    Pubblicato da ___deleted-user SU 19 Agosto 2020 a 15:09

    Ciao sono nuova su questo sito. Romana, 39 anni, single. Vorrei avere un figlio e so che ormai la ricerca dell’ uomo con cui farlo potrebbe andare troppo per le lunghe. ho diversi dubbi, non tanto sull’affrontare la gravidanza da sola, ma sulla donazione.
    Come faccio davvero a sapere che il donatore è sano? Le analisi del sangue aggiornate non escludono che ci sia una finestra di 4 mesi in cui si possono sviluppare malattie veneree. E anche altre malattie genetiche .. si deve andare sulla fiducia? Sperando che il donatore sia trasparente e non ometta nulla?
    Qualcuno che ha giá provato o che ha questi stessi dubbi?
    Grazie mille
    C.

    Roma32 rispose 3 anni, 6 mesi 6 Membri · 9 Risposte
  • 9 Risposte
  • ___deleted-user

    Membro
    21 Agosto 2020 a 09:52

    Salve, sono un ragazzo di 23 anni, offro il mio sperma, sono un ragazzo sano, fertile, moro, occhi verdi, fisico Atletico, alto 1.83, 75kg.
    Su richiesta rilascio foto del pene e dello sperma sul momento.
    Per qualsiasi richiesta particolare e non… Non esitate a contattarmi per messaggio, dove rilascerò tranquillamente anche il mio recapito telefonico.
    Un bacio ?

  • ___deleted-user

    Membro
    21 Agosto 2020 a 10:04

    Sono disponibile come donatore se vuoi grazie

  • car6bo

    Membro
    23 Agosto 2020 a 08:55

    Ciao Claccli, hai centrato il nocciolo della questione. Qualsiasi esame, qualsiasi accertamenti clinico fotografa la situazione al momento dell’esame stesso. Proprio per questo motivo le banche congelano il seme per alme o sei mesi dalla donazione, permettendone l’utilizzo solamente dopo una seconda serie di analisi al termine del potenziale periodo finestra.

    Con la donazione privata ricevi seme fresco e questo comporta l’accettazione di qualche rischio. Puoi avere qualche accortezza, come chiedere al donatore di effettuare davanti a te il test rapido per l’HIV (lo si compra a 20€ in farmacia). Anche un donatore con una relazione sentimentale stabile offre più garanzie rispetto ad un donatore con una pluralità di partner sessuali.

    Infine, se posso permettermi un consiglio, parla a lungo col donatore, cerca di capire che tipo sia, cosa lo spinga a donare il proprio seme, cerca di capire se ti ispiri fiducia.

    In ogni caso in bocca al lupo!

  • ___deleted-user

    Membro
    23 Agosto 2020 a 19:03

    Grazie mille per la risposta.

  • il_santo

    Membro
    25 Agosto 2020 a 20:55

    Ciao, piacere Andrea i tuoi dubbi sono fondati, cmq per le genetiche non c’è problema semmai il problema c’è per le malattie trasmissibili, è chiaro che la sicurezza al 100% non ci sarà mai, vale anche molto la persona in sé. Se vuoi approfondire la conoscenza dimmelo io ho avuto due esperienze positive ciao a presto

  • Torello

    Membro
    22 Ottobre 2020 a 20:41

    Ciao , io prima di donare ho parlato a lungo con la coppia ricevente , anche per capire un po’ se fossero stati in grado di crescere il bambino e soprattutto che fossero realmente convinti , gli esami del sangue li ho fatti la mattina con loro in una clinica , in maniera tale da avere una certezza , anche perché nel periodo finestra la carica virale non è così alta Da infettare .

  • car6bo

    Membro
    24 Ottobre 2020 a 07:51

    Si chiama periodo finestra proprio perché la carica virale è tale da infettare, ma non sufficiente per venire rilevata dagli esami ematici…

  • Boys

    Membro
    30 Ottobre 2020 a 21:55

    Ciao io sono disposto ad aiutarti scrivimi

  • Roma32

    Membro
    8 Novembre 2020 a 20:56

    Ciao sono un ragazzo Romano di 32 anni, sono un assiduo donatore di sangue lo faccio ogni 3 mesi quindi 4 ogni anno e sono perfettamente sano
    Se vuoi contattami

Accedi per rispondere.