Ecografie prenatali: cosa aspettarsi

felice giovane donna incinta in possesso di ultrasuoni

Ecografie prenatali: cosa aspettarsi

Siete incinte ma vi sentite perse tra tutti gli appuntamenti dal medico, specialmente per le ecografie prenatali? Non siete sicure di quando dovreste averne una?
Anche se non tutte le donne in attesa verranno sottoposte a un esame ecografico durante la gravidanza, la maggior parte delle future mamme dovrà sottoporsi in particolare a due ecografie: una durante il primo trimestre, per confermare la gravidanza e stimare l’età del feto, e un’altra durante il secondo trimestre per verificare se il bambino si stia sviluppando bene. Questo è anche quando potrete scoprire il sesso del vostro piccolo!

 

felice giovane donna incinta in possesso di ultrasuoni

 

Cos’è un’ecografia?

Un’ecografia prenatale è un test utilizzato per osservare l’interno dell’addome di una donna incinta. La tecnica utilizza onde sonore ad alta frequenza che servono a determinare se la gravidanza e il feto siano in salute, ad esempio controllando il battito cardiaco fetale. Il processo genera foto o video in bianco e nero in modo che si possa sapere cosa sta succedendo laggiù e vedere il vostro piccolo bambino.

Cosa aspettarsi durante un’ecografia?

In generale, l’ecografia prenatale viene eseguita con l’aiuto di un dispositivo chiamato trasduttore, posizionato sulla parte superiore della pancia. Un gel freddo viene applicato sulla pancia per migliorare la qualità dell’immagine.
Un’ecografia transvaginale, che comporta l’inserimento di un trasduttore nella vagina, potrebbe essere utilizzata per osservare da vicino l’utero, la cervice o le ovaie e per rilevare eventuali problemi come una gravidanza ectopica o molare. Questa procedura di solito si svolge nelle prime fasi della gravidanza.
Il numero medio di ecografie richiesto varia da gravidanza a gravidanza e dipende anche dal vostro ginecologo. Alcune donne potrebbero non averne bisogno, mentre altre subiranno molte di queste scansioni durante tutta la gravidanza. Possono essere eseguiti in qualsiasi momento durante la gravidanza, in base alle raccomandazioni del medico.

Ecografia del primo trimestre

Congratulazioni, aspettate un bambino! Le prime ecografie vengono comunemente effettuate tra le 6 e le 8 settimane di gravidanza. Il medico probabilmente vi chiederà di bere alcuni bicchieri d’acqua in modo da avere una vescica piena durante l’esame, poiché il liquido aiuta le onde sonore a viaggiare meglio. Poiché il bambino è molto piccolo, il medico potrebbe usare un’ecografia transvaginale (che comporta l’inserimento di una sonda trasduttore nel canale vaginale) per dare un’occhiata più da vicino. Non aspettatevi di vedere molto in queste prime immagini, il feto è ancora piccolo.
L’ecografia del primo trimestre serve per confermare la vostra gravidanza, così come per sentire il battito cardiaco del vostro bambino. Questo è anche il momento di scoprire l’età gestazionale del feto e, pertanto, il medico sarà in grado di determinare la data del parto. A questo punto, potrete sapere se state avendo una gravidanza multipla. Il vostro ginecologo si assicurerà anche che voi stiate avendo una gravidanza normale e non una gravidanza ectopica o tubarica (che avviene quando l’embrione si innesta all’esterno dell’utero).
Potreste avere una seconda ecografia (questa volta eseguita sul ventre e con il gel) tra le 11 e le 13 settimane per diagnosticare un’eventuale Sindrome di Down o Trisomia 18. L’esame è accompagnato da un esame del sangue che analizzerà i livelli ormonali e proteici.

Ecografia del secondo trimestre

Un esame ecografico dettagliato, chiamato scansione anatomica, ha luogo a metà della gravidanza, tra le 18 e le 22 settimane. Questo è il momento più emozionante perché potrete guardare a lungo il vostro bambino che ora sarà più sviluppato! L’esame dura in genere dai 20 ai 45 minuti, o più a lungo se aspettate due o più gemelli.
Durante l’ecografia del secondo trimestre, il medico valuterà la salute del bambino e cercherà eventuali malformazioni congenite o eventuali anomalie. In altre parole, si cercherà di controllare che il vostro piccolo si stia sviluppando correttamente e che tutto sia come deve essere. È anche il momento di scoprire il sesso del vostro bambino (se lo desiderate, ovviamente), a meno che il vostro medico non riesca a ottenere un’immagine chiara dei genitali.

Ecografia del terzo trimestre

La maggior parte delle donne non ha bisogno di un’altra ecografia, ma a volte è richiesto nel caso in cui si abbia più di 35 anni di età o se si sia superata la data prevista per il parto. Il medico potrebbe voler dare un’altra occhiata al bambino per verificare se tutto è a posto, ad esempio per vedere se i livelli di liquido amniotico sono corretti o la placenta è posizionata correttamente.

Se siete in pensiero per le ecografie prenatali, non preoccupatevi. Le ecografie sono considerati dei processi sicuri sia per voi che per il bambino. Non implicano radiazioni o qualsiasi cosa che potrebbe danneggiare entrambi quando eseguita da professionisti.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

We are sorry that this post was not useful for you!

Let us improve this post!

Tell us how we can improve this post?

(Visited 1 times, 1 visits today)

articoli Correlati

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *